Il Borgo dei fiori: Spello – #tiraccontolumbria

 

Spello, il borgo dei fiori, è un vero e proprio gioiellino.
Il 3 giugno sono finalmente andata a vedere la famosa infiorata che organizzano ogni anno nel giorno del Corpus Domini e con l’occasione ho avuto modo di visitare la città.

Mi sono letteralmente innamorata di tutti quei vicoletti, stradine e balconi pieni di fiori. Ma non solo; ho avuto modo di raggiungere il punto panoramico e godere della bellezza di quelle montagne che mi fanno sempre sentire a casa, ovunque io vada.

LRM_EXPORT_20180604_233542

L’altra grande opportunità è stata vedere l’infiorata. Era ormai da qualche anno che volevo andare ma non mi sono mai decisa; però quest’anno non potevo rinunciare ad immortalare, con la reflex, quei meravigliosi tappeti di fiori. Ammiro le persone che hanno dedicato del tempo a disegnarli e comporli; che hanno scelto con cura i fiori e catalogati in base ai colori.

Come di consueto parto dalle informazioni pratiche.
Ho raggiunto Spello con il treno (da Terni si impiegano 50 minuti) e una volta arrivata alla stazione, raggiungere il centro è stato facile e veloce, visto che la distanza è di circa 500 metri.

LRM_EXPORT_20180605_115225

Appena arrivati vi troverete di fronte alla Porta Consolare, proseguendo da qui, entrerete nel borgo.
In occasione del Corpus Domini sono stata accolta da tappeti di fiori davvero belli, ma una volta entrata la mia attenzione è stata catturata da un angolo pieno di fiori, appesi sulla parete di una casa. Proseguendo non facevo altro che fermarmi a scrutare ogni dettaglio. Sono rimasta incuriosita da tutti quei portoni addobbati con le piante e dalle pareti decorate con disegni di papaveri.
LRM_EXPORT_20180604_233505

LRM_EXPORT_20180604_011457

Poi sono arrivata ad un punto dove c’era un po’ di calca. Lì faceva capolino il vicolo più fotografato di Spello (su Instagram ci sono un’infinità di foto di questa via). Devo dire che è molto bello, tutti quei fiori così curati fanno proprio figura!

Passeggiando e perdendomi tra i vicoletti sono arrivata in uno dei punti che volevo visitare, ossia le Torri di Properzio e Porta Venere. Da qui il panorama inizia ad essere meraviglioso, ma non è tutto. Qui parte la salita vera e propria verso il belvedere.
Ammetto che è stato faticoso perché oltre alla salita c’era il sole che picchiava forte e sembrava di essere a metà agosto, ma ne è valsa la pena. Vedere tutto quel verde che mi circondava, dagli alberi alle montagne, mi dava un senso di pace e di serenità.

LRM_EXPORT_20180604_233430

Ora però è arrivata l’ora di un buon gelato. Dovete sapere che una gelateria di Spello fa dei gusti particolari, dedicati ai fiori, come la lavanda e i fiori d’arancio. Si chiama Caffè Cavour, e non vi potete sbagliare perché si trova proprio su Corso Cavour vicino al palazzo del comune.

Inoltre, per le stradine si incontrano molti posticini dove poter gustare prodotti tipici locali, birre e vini.

 

Tornando verso la stazione ho fatto un ultimo giro per le vie dell’infiorata e immortalato gli ultimi momenti in questo magico borgo. Spero di poterci tornare al più presto, quando sarà meno affollato, per godermi questo posto con un po’ più di tranquillità.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...